• Elena Abbagnano

Non fate le vacanze in Italia

Non fate le vacanze in Italia. Dico sul serio, non lo fate. Non ne vale proprio la pena. Ci sono tanti bei posti all’estero, non ha senso restare in Italia.


Che poi in Italia non c’è neanche tutta questa scelta. Non è che puoi scegliere tra città, campagna, mare, montagna, lago, lago in montagna, montagna sul mare. L’Italia te la becchi così com’è. Per non parlare poi del clima: sapete che nel nostro paese di media ci sono appena 2500 ore di sole all’anno? Una miseria! Tanto vale trasferirsi tutti in Islanda.


E vogliamo aprire per qualche istante la parentesi cibo? Troppo. Soprattutto quando scendi verso il sud, tradizioni tribali ti costringono a mangiare fino a scoppiare, e tu resti incastrato nell’impossibilità di rifiutarlo. Mai rifiutare il cibo offerto da una persona italianoide. Perché oltre ad essere un posto inospitale, è anche pericoloso: non si hanno ancora notizie dell’ultima persona che ha rifiutato cibo da una nonna italiana. Poi si mangiano sempre le stesse cose, che noia. Questa dieta mediterranea di cui tanto si parla. Alla fine sono solo pesci, carne, pasta, verdura, frutta fresca. La sua fama mi sembra un’esagerazione.


Come sospettavate dal punto precedente poi, gli italiani sono famosi per la loro fredda accoglienza. State sicuri che non vi faranno sentire a casa neanche un po’, e che quando le vacanze finiranno e finalmente potrete salutare chi vi ha ospitato piangerete sì, ma di gioia.




Non fate le vacanze in Italia. Non valorizzate un territorio che non se lo merita, non datevi pena di conoscere le due o tre cose in croce che il nostro paese ospita. Se avete voglia di girare per qualche città d’arte, andatevi a cercare le città che hanno fatto davvero la storia dell’arte nei secoli passati. Non Roma, o Napoli, o Firenze, o magari Torino, Palermo e Ravenna. Quelli sono paesini d’arte.




Avete voglia invece di paesaggi naturali, incontaminati, verdi? Cercateli oltreoceano. Il mare italiano è solo sporco e inquinato, difficilmente si vede il fondale e quell’acqua trasparente che vedete nelle foto non è altro che un bravo grafico con photoshop, mica le spiagge di Sicilia, Sardegna, Calabria, Puglia, Campania. Quelle sono specchietti per turisti. Le spiagge italiane sono tutte affollate, non esistono calette piccole e solitarie. L'unica speranza è rifugiarsi in un lido attrezzato e corredato di animatori, musica a tutto volume e bambini che fanno pipì in acqua a tutte le ore. Spiagge selvagge, solitarie, naturali, cristalline? Quelle non esistono.




Non fate le vacanze in Italia. Davvero, lasciate perdere. Perché se fate le vacanze in Italia e vi accorgete di quanto siamo fortunati, di che posto meraviglioso abitiamo, che nonostante i suoi tanti problemi, nonostante l’inquinamento, la sporcizia, la non valorizzazione, il turismo, resta meraviglioso, se vi accorgete di tutto questo, allora io dove vado in vacanza l’anno prossimo?

828 visualizzazioni3 commenti
Chi sono

Credo nel lorem ipsum, in Gabriel García Márquez e che una penna ti possa portare ovunque. Non ho ancora deciso se mi piace più leggere o più scrivere e nel dubbio faccio entrambi, continuamente. Nel tempo libero fuggo, che sia fuori Roma o dall'altra parte del mondo: così è nato vongolainviaggio.

  • White Facebook Icon

© Elena Abbagnano Trione 2020