• Elena Abbagnano

Continuiamo a viaggiare avanti: la campagna di Airbnb contro l'America di Trump



Immaginate un mondo senza viaggi. Dove tutti costruiscono muri, e nessuno lascia la propria casa. Non ci sarebbe immigrazione. Non ci sarebbe esplorazione. Non ci sarebbe avventura. E sicuramente non ci sarebbero gli Stati Uniti d'America. Limitare i viaggi è fare un salto indietro, è limitare il progresso. Noi vogliamo continuare a viaggiare avanti.


Il 26 giugno 2018, la Corte Suprema degli Stati Uniti approva il veto sull'immigrazione proposto dal presidente Trump, che impedisce l'accesso a cinque paesi a maggioranza musulmana. Così, l'ingresso negli Stati Uniti è vietato per molte persone provenienti da Iran, Libia, Somalia, Siria e Yemen. Pochi giorni dopo Airbnb, il noto portale per mettere in affitto la propria abitazione, risponde con un video in cui esprime senza timore la propria posizione: noi vogliamo continuare ad andare avanti, viaggiare avanti. Per carità, ad Airbnb conviene che la gente continui a viaggiare. Ma il messaggio politico che porta avanti è comunque bello e condivisibile specie per chi, come me, un mondo senza poter viaggiare non lo immagina neanche. Airbnb non si è mai vergognato di raccontare la propria visione politica attraverso le proprie campagne, com'era successo con #weaccept dello scorso anno.


Let's Keep Traveling Forward è brutale nella sua banalità: niente viaggi vuol dire niente avventure, niente esplorazioni, e se questo fosse stato vero circa cinque secoli fa, gli Stati Uniti d'America oggi neanche esisterebbero. Insieme al video, Airbnb ha aperto una raccolta fondi per fare una donazione all'IRAP, l'International Refugee Assistance Project, che lavora per mettere in contatto gli host con i rifugiati bisognosi di un alloggio temporaneo e gratuito: l'obiettivo è di 150mila dollari entro la fine di settembre. E non è solo una facciata: negli anni scorsi Airbnb ha donato 4 milioni di dollari per sostenere il lavoro della International Rescue Committee, offrendo gratuitamente delle case per i rifugiati e per chi si era visto negare l'accesso (source here).






0 visualizzazioni
Chi sono

Credo nel lorem ipsum, in Gabriel García Márquez e che una penna ti possa portare ovunque. Non ho ancora deciso se mi piace più leggere o più scrivere e nel dubbio faccio entrambi, continuamente. Nel tempo libero fuggo, che sia fuori Roma o dall'altra parte del mondo: così è nato vongolainviaggio.

  • White Facebook Icon

© Elena Abbagnano Trione 2020